L'approccio FRAME alla valutazione del rischio incendio La procedura FRAME è stata inizialmente sviluppata come strumento per la progettazione di protezioni antincendio atta a gestire i rischi di incendio in un edificio, ovvero al fine di definire una combinazione appropriata e accessibile dei vari aspetti legati alla protezione che riducesse il rischio di incendio ad un livello accettabile. Il metodo considera il rischio d'incendio da tre punti di vista: il rischio per l'edificio e quanto in esso presente, il rischio per gli occupanti ed il rischio per le attività. Per ogni specifico punto di vista la metodologia individua uno scenario tipico d'incendio di riferimento. Il metodo si basa su cinque principi e specificatamente: 1. una adeguata protezione dall'incendio comporta che vi sia equilibrio tra il rischio di incendio, la protezione antincendio ed il grado di esposizione degli elementi vulnerabili; 2. la gravità, la frequenza e l'esposizione possono essere espresse come risultato di una serie di sotto fattori specifici; 3. un incendio grave si verifica solo nei casi in cui è assente qualsiasi combinazione di misure di protezione; 4. il calcolo del rischio di incendio viene effettuato separatamente per beni, occupanti ed attività produttive; 5. ciascun compartimento dell'edificio deve essere analizzato singolarmente. L'equilibrio tra rischio, protezione ed esposizione Il primo principio del metodo FRAME afferma che un edificio adeguatamente protetto è caratterizzato dall'equilibrio tra rischio di incendio, protezione ed esposizione. L'equilibrio si ottiene quando il 'costo eventuale' delle perdite è equiparabile al "costo certo" associato alle misure di protezione. Il “costo eventuale” di un incendio comprende, oltre al danno materiale, tout-court, una serie di ulteriori fattori quali: il danno economico connesso con l'interruzione delle attività ed al conseguente periodo di inattività, il danno che si potrebbe subire nel perdere qualcosa di unico, il costo umano connesso alle vite perse, il costo della gestione delle conseguenze di un incendio, il danno ambientale, i costi connessi alle possibili successive controversie, la perdita di mercato e la perdita d'immagine. Tutti i costi suddetti sono accumunati da un'unica caratteristica: essi, nel caso in cui si verificasse l'incendio, comporterebbero una spesa alquanto significativa anche alla luce delle eventuali attività di ripristino che andrebbero attuate.